Connect with us

Laurea carceritatis causa

Amanda Knox e Raffaele Sollecito

(foto “La Stampa”)

Raffaele Sollecito mi è quasi coetaneo, ci separano un anno e qualche centinaio di chilometri. Leggo oggi sul Corriere della Sera che il giovane, attualmente in carcere ssieme alla compagna Amanda Knox e Rudy Hermann per l’omicidio di Perugia, discuterà prossimamente la propria tesi di laurea, in carcere.
Diventerà dottore in ingegneria informatica, anche se a parer mio avrebbe un florido futuro da criminologo. Potrà pensarci per la seconda laurea, a meno che non gliela diano honoris causa al termine delle indagini, se non dopo una condanna.
Questa è l’Italia: un presunto omicida può avere diritto ad una sessione di laurea straordinaria tutta per lui, uno studente incensurato è costretto a rincorrere il professore pregandolo di inserire un appello in più per non far perdere un’intera sessione di laurea a più di 100 laureandi (ogni riferimento alla situazione accademica del sottoscritto è puramente causale).
Ben mi sta. Nella mia prossima vita, anzichè fondare un movimento antimafia, sarò dedito solo a sesso droga e rock and roll in quel di Perugia.

More in blog