#LaBuonaScuola di quei bimbi che hanno detto “tutti o nessuno” e rinunciato alla gita. Il mio articolo per CheFuturo

ARTICOLO PUBBLICATO SU CHEFUTURO! IL 5 MAGGIO 2015 Ci sono simboli, nomi, cose che se un bambino incontra nei primi 10-12 anni di vita se li porterà dentro per sempre. Ricordo che quando ero piccolo mi incuriosivano molto i nomi delle vie, delle scuole, degli ospedali, delle chiese. Non avevo Wikipedia, né Google, quindi per saperne qualcosa in più su tutti quei nomi chiedevo ai miei genitori o alle maestre, consultavo un'enciclopedia e quando non trovavo nulla (neanche in biblioteca) quei nomi...

Chi sono i nuovi jihadisti e cosa dobbiamo agli studenti del Kenya. Il mio articolo per CheFuturo!

ARTICOLO PUBBLICATO SU "CHEFUTURO!" IL 5 APRILE 2015 150 morti ammazzati, tutti ragazzi poco più/poco meno che ventenni. Colti mentre dormivano e scannati come fossero carne da macello. “Sei cristiano? Muori”. A decidere chi fosse degno o meno di vivere un gruppo criminale che si richiama ad Al Qaeda: Al Shabaab. Il nome che questi scellerati fondamentalisti si sono dati letteralmente significa “la gioventù”. Ma che gioventù è, questa? Un gruppo terroristico islamista che sceglie...

80 euro per il digitale, arriva il reddito di cittadinanza 3.0

Mentre Alessandra Poggiani annuncia le proprie dimissioni da direttore dell'Agenzia per l'Italia Digitale per scendere in politica ed entra in vigore la fattura elettronica, il premier Matteo Renzi conferma le proprie intenzioni di mettere il digitale al centro della propria azione di Governo. Che Renzi sia un tech addicted non è una novità. Tutte le sue campagne elettorali sono state all'avanguardia, dalle “e-news”, alla corsa per divenire Sindaco di Firenze, all'organizzazione della Leopolda,...




Bimbiminkia, nativi digitali e deriva iperconnessa. Il mio articolo per CheFuturo!

ARTICOLO PUBBLICATO SU "CHEFUTURO!" IL 4 MARZO 2015 I 10 indizi per stanare un bimbominkia (e un “manifesto semi-serio” per salvare i nativi digitali dalla deriva) La scorsa settimana abbiamo pubblicato qui su CheFuturo! due guestpost molto interessanti. Quello di Giovanni Caturano, il guru italiano degli online games, che suggerisce le 5 risposte da dare a chi dice che le tecnologie rendono stupidi, e poi il post di Rudy Bandiera sui nativi analogici e nativi digitali. Due punti di vista...

Mafia a Roma: Pecora, “la ‘ndrangheta e Mafia capitale intercambiabili”

Gli arresti di Rotolo e Ruggiero ne sono la prova. Giuliano Ferrara sbagliava a voler per forza il morto. ROMA, 11 dic  – “Un altro importante colpo messo a segno dalla procura antimafia romana, che restituisce plasticamente il grado di intercambiabilità di uomini e affari che caratterizzava l’organizzazione del ‘Mondo di mezzo'”. Così commenta il leader del movimento ‘Ammazzateci tutti’, Aldo Pecora, gli arresti del Ros a Roma di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero nell’ambito...

“Giusta la proposta del M5S per lo scioglimento del comune di Roma”

“Le milleduecento pagine della Direzione distrettuale antimafia di Roma parlano chiaro: la criminalità organizzata al comune di Roma non solo si era infiltrata, ma controllava e condizionava l’operato di assessori, consiglieri e dirigenti pubblici. Ovunque in Italia, anche per molto meno di quanto accaduto a Roma, decine di comuni sono stati sciolti per condizionamento mafioso e/o di contiguità con le organizzazioni criminali”. Lo ha appena dichiarato, in una nota, il presidente nazionale...




Ammazzateci tutti, intervista al Presidente Aldo Pecora

Il 16 ottobre del 2005, esattamente nove anni fa, un omicidio insolito, almeno per la Calabria, ribalta l’opinione di molti calabresi su quale sia la reale natura della ‘ndrangheta. Solo un altro avvenimento di cronaca, due anni dopo, (la cosiddetta strage di Duisburg) avrà uguale impatto sull’opinione pubblica nazionale e internazionale circa l’importanza e il potere della ‘ndrangheta nel contesto criminale mondiale. Oggi, infatti, è finalmente e fortunatamente risaputo che la ‘ndrangheta...

“Amici di pochi e servi di nessuno”. Intervista ad Aldo Pecora

La grinta di quando è sceso in piazza con i ragazzi di Locri subito dopo l’omicidio di  Francesco Fortugno la mantiene intatta, nonostante, siano trascorsi tanti anni. “Adesso ammazzateci tutti “ scrisse, allora, su un lenzuolo bianco Aldo Pecora, con cui abbiamo tracciato le ultime vicende che vedono protagonista la politica calabrese in vista delle regionali. di Francesca Gabriele QUI L'INTERVISTA

La Pecora nera – “Le cose vere e le supposte”

"Nella vita ci sono le cose vere e le cose supposte: le cose vere le mettiamo da parte per il momento… ma le supposte… dove le mettiamo le supposte?" (Totò)   Smentisco categoricamente le fantasiose ricostruzioni e gli improbabli retroscena di alcune testate regionali calabresi, che mi tirano in ballo in faccende politico-partitiche a me estranee e che sinceramente neanche mi interessano a proposito delle prossime elezioni regionali. E' falso, per quanto mi riguarda, che il mio nome...




La Repubblica censura me ed “Ammazzateci tutti”

Pubblichiamo di seguito la lettera di replica che il fondatore e Presidente di "Ammazzateci tutti", Aldo Pecora, ha scritto ai responsabili di Repubblica in merito all'inchiesta "Il lato oscuro dell'antimafia". Si specifica che la redazione web del quotidiano "La Repubblica", da noi espressamente sollecitata perché per diversi giorni non erano giunti riscontri alla lettera, ha risposto con una mail sostenendo di non voler dar seguito alla pubblicazione della replica. Rammaricati, prendiamo atto...




Featuring Recent Posts Wordpress Widget development by YD