Connect with us
fintech

Fintech

Fintech Five: il primo prestito blockchain di una banca

Il progetto pilota su blockchain della banca spagnola BBVA, Revolut che diventa unicorno, l’hub fintech delle Filippine: ecco cosa è successo nel mondo della finanza innovativa in sette giorni

Fintech Five: il primo prestito blockchain di una banca

  • Red

 

fintech

credits www.bbva.com

#1. BBVA porta i prestiti su blockchain

Il colosso bancario spagnolo Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (BBVA) e la big spagnola delle telecomunicazioni  Indra hanno completato con successo il primo progetto al mondo mirato a semplificare la negoziazione e la firma di una linea di finanziamento corporate mediante l’utilizzo della tecnologia blockchain.

Il test pilota ha consentito di erogare un prestito di 75 milioni di euro (91 milioni di dollari) utilizzando una soluzione sviluppata da BBVA basata sulle Distributed Ledger Technology (Dlt). Il progetto è stato realizzato da Indra per la banca tramite la sua business unit Minsait. BBVA non è l’unica istituzione finanziaria a utilizzare il potenziale della blockchain per snellire le transazioni di prestiti. Altri due giganti bancari europei: Credit Suisse e la banca olandese ING,ì hanno annunciato il completamento di un’operazione di prestito per 30 milioni di dollari, basata su una blockchain sviluppata in collaborazione con il consorzio R3.

fintech

credits https://blog.revolut.com

#2. Revolut diventa unicorno

Revolut, la società di servizi bancari con sede nel Regno Unito, ha raccolto 250 milioni di dollari in un round guidato da Hong Kong DST Global, con Index Ventures e Ribbit Capital. Grazie a questa operazione, la società adesso ha una valutazione di 1,7 miliardi, cifra che gli avrebbe quindi garantito alla società il titolo di unicorno, ossia di startup con valutazione superiore a 1 mld di dollari. A dicembre, l’app Revolut ha aggiunto un’opzione che permette di effettuare transazioni in criptovalute.

 

 

#3. “I bitcoin sono come il gioco d’azzardo”, dice Buffett

Durante unintervista rilasciata il 28 aprile a Yahoo Finance Warren Buffett, investitore e CEO di Berkshire Hathaway, ha detto a proposito degli investimenti basati su criptovalute che “comprare Bitcoin non significa investire”, paragonandoli al gioco d’azzardo.

#4. L’Iran ci ripensa (pare)

L‘Iran avrebbe sviluppato una propria criptovaluta locale sperimentale, ha riferirlo la scorsa settimana un ministro del governo, giorni dopo che la banca centrale del paese ha vietato il commercio di valute digitali, compreso il bitcoin.  La banca centrale del Paese ha vietato infatti a tutti gli istituti finanziari di acquistare, vendere o promuovere criptovalute, come conseguenza delle riforme messe in atto dal Governo per bloccare la volatilità del rial iraniano. “Il divieto della banca centrale non significa il divieto o la restrizione dell’uso della valuta digitale nello sviluppo interno”, ha detto il ministro delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione Mohammad Javad Azari-Jahromi.

#5. L’hub fintech delle Filippine

Il governo delle Filippine permetterà a 10 aziende che operano nel settore delle Blockchain e delle criptovalute di svolgere le loro attività nell’area economica di Cagayan. Grazie all’hub fintech creato dalla Cagayan Economic Zone Authority (CEZA), le società saranno le prime ad operare in quella che è stata definita la “Silicon Valley” asiatica. La CEZA è un’agenzia statale che gestisce la zona economica speciale di Cagayan.

Resta aggiornato!

Ogni settimana pubblico contenuti gratuiti su fintech, startup e futuro dei soldi.
Ti va di iscriverti alla mia newsletter, per restare sempre aggiornato/a?
Non intaserò la tua mail di spam, promesso! 😉
Aldo

Red

LEADER

Facebook

Articoli fintech (Italia e non solo)

More in Fintech